Cordusio-1000pix-02

Messaggio del Vice Presidente Onorario

Shinichi  Nakatsugawa

Console Generale del Giappone a Milano
Honorary Vice President

ConsNAKATSUGAWA

Desidero ringraziare calorosamente tutti voi, aziende e membri della Camera di Commercio Giapponese in Italia, per l’impegno con cui vi adoperate, nell’ambito dei vostri numerosi e quotidiani impegni commerciali, a far prosperare i rapporti tra Italia e Giappone, incoraggiando innanzitutto le relazioni economiche.

Anche io nell’arco di tempo che intercorre tra la fine di novembre di due anni fa, periodo in cui ho assunto il mio incarico, fino a questo momento, ho preso parte a numerosi eventi, tra i quali si annoverano le Assemblee Ordinarie, “I Punti di Incontro”, seminari di ogni genere, così come gli incontri di scambio con i soci sostenitori. L’anno scorso, poi, ho avuto il piacere di organizzare il primo incontro con i soci sostenitori presso la mia residenza, e in quell’occasione ho potuto intrattenermi in uno scambio di opinioni proficuo sia con i soci ordinari che con i soci sostenitori. Gli eventi e i progetti promossi ad opera della Camera di Commercio Giapponese non solo assolvono la funzione di far progredire agevolmente l’attività commerciale su questo territorio, ma contribuiscono allo sviluppo delle relazioni commerciali ed economiche tra Italia e Giappone. Desidero pertanto rinnovare i miei ringraziamenti alle aziende che si fanno promotrici di una ricca varietà di eventi, a tutti i direttori, che assolvono un ruolo focale nella loro realizzazione, e a ciascun  componente di ogni sezione, comitato e ufficio.

L’anno scorso è stato un anno meritevole di essere celebrato, in quanto era dedicato ai festeggiamenti per il 150 ° anniversario dei rapporti di amicizia tra Italia e Giappone. Tra gli eventi organizzati in occasione di quella ricorrenza, particolarmente importante è stata la visita delle Loro Altezze i Principi Akishino, che, dopo essere state a Roma, si sono recate in visita anche qui a Milano e in queste zone. Inoltre, durante tutto l’anno sono giunte in visita dal Giappone le delegazioni dei comuni, così come numerose associazioni e persone che operano nell’ambito della cultura, della musica, dello sport; Milano e tutte le città del Nord Italia erano fiorenti di eventi indetti per i festeggiamenti dei 150 anni. Grazie a questa varietà di visite e prosperità di eventi le buone relazioni tra Italia e Giappone si sono ulteriormente intensificate. E’ quindi mio vivo desiderio esprimere la mia più sincera stima nei confronti di coloro che hanno contribuito a realizzare tutto questo per il loro supporto e la loro collaborazione.

Inoltre l’interesse nei confronti del Giappone è progressivamente aumentato in occasione del 150° anniversario della nascita delle relazioni diplomatiche tra Italia e Giappone, e poiché è intenso il desiderio che questo momento così favorevole possa durare ancora un pò, proseguono tuttora gli eventi di celebrazione dei 150 anni. Mi auguro vivamente che tutti voi possiate continuare a supportarci con la vostra comprensione e collaborazione.

Cambiando ora argomento, Vi ricordo che in Italia, come tutti voi sapete bene, si riscontrano numerosi reati minori. Attualmente solo dalle denunce pervenute al Consolato Generale del Giappone a Milano, l’anno scorso i casi di reati a danno dei turisti sono stati 177; frequenti come sempre sono i borseggi (65 casi) e furti di oggetti lasciati incustoditi (72 casi). Perciò, pur essendo consapevole che, vivendo da lungo tempo in queste zone, conoscete bene la situazione in Italia, vi esorto comunque ad essere sempre vigli e risoluti nel prestare attenzione a voi stessi e alle vostre famiglie.

Per quanto riguarda invece le notizie sul terrorismo, secondo la polizia e gli addetti alla pubblica sicurezza di questi luoghi, attualmente sul territorio il terrorismo non rappresenta una concreta minaccia, ed in merito a questo punto non si registrano cambiamenti. Tuttavia a differenza rispetto a prima, azioni terroristiche hanno cominciato a verificarsi in luoghi non così distanti da queste zone, diventando, si potrebbe dire, a noi più familiari. Anche se per il momento in Italia non si rischia di incorrere in atti terroristi, è possibile che capiti l’eventualità di venire coinvolti in attentati nelle destinazioni di viaggio in cui ci si reca per lavoro o turismo. Vi esorto quindi, perché possiate tutelarvi preventivamente da tali pericoli, a consultare la HP del Consolato, registrandovi, prima di recarvi all’estero, al “Tabi- Regi (Travel Register)” system in modo da ottenere le necessarie informazioni. Inoltre da due anni è disponibile un’applicazione “Sicurezza all’Estero” , creata per fornire informazioni riguardanti la sicurezza a beneficio di coloro che vivono all’estero, dei turisti e di quanti sono in viaggio di lavoro. Poiché è possibile accedere dalla HP del Consolato al sito in cui si effettua il download, vi invito ad usare questa applicazione scaricandola direttamente dalla HP.

Aprile 2017

Camera di Commercio e Industria Giapponese in Italia