Presidente della Camera di Commercio ed Industria Giapponese in Italia

 Sono Kohei Yaotani della Banca MUFG, Presidente designato per l’anno fiscale 2023 della Camera di Commercio e Industria Giapponese in Italia.

 Alcune note su di me: sono arrivato a Milano nel mese di luglio 2021. Le mie precedenti esperienze all’estero sono state: Taiwan/Taipei (dal 2003 per due anni), Russia/Mosca (dal 2013 per cinque anni), UAE/Dubai (dal 2018 per tre anni). L’Italia è dunque il Paese della mia quarta missione all’estero.

 Sarà mia premura, basandomi sulla mia pur modesta esperienza all’estero, portare avanti le attività svolte dalla nostra Camera di Commercio. Per questo mio impegno, conto molto sul sostegno fornito dall’Ambasciata del Giappone in Italia, dal Consolato Generale del Giappone a Milano e da tutti gli Stakeholders. Affronterò il mio incarico seguendo il percorso già tracciato dal mio predecessore Presidente Koga ed in collaborazione con tutti i soci. A questo proposito, desidero cogliere l’occasione per chiedere la Vostra preziosa collaborazione per un lavoro sempre migliore.

 La Camera di Commercio e Industria Giapponese in Italia, fin dalla sua fondazione nel 1973, si è adoperata allo scopo di promuovere gli scambi economici e commerciali tra il Giappone e l’Italia, nonché le relazioni tra i propri soci, assicurando così indubbi benefici ai soci stessi. L’anno corrente, quindi, festeggeremo il 50° anniversario dalla fondazione della nostra Camera di Commercio.

 La volontà è di continuare le attività finora svolte, quali: la raccolta e la diffusione di informazioni utili ai fini di incrementare il business condotto dai soci in Italia, l’organizzazione di seminari e momenti di interscambio di informazioni economico-culturali, il contatto e la richiesta di intervento alle istituzioni italiane competenti nei diversi ambiti pubblici e privati, l’organizzazione di eventi di incontro tra soci giapponesi e soci italiani, ecc.

 Dalla metà dello scorso anno, col progressivo alleggerimento dei provvedimenti finalizzati al contenimento del Covid 19, abbiamo ripreso le attività seminariali in presenza e la realizzazione del progetto denominato Punto di Incontro, oltre ad aver ripreso anche il momento conviviale dell’Aperitivo di networking. Faccio affidamento sulla collaborazione di tutti i soci per poter organizzare attività ancora più proficue, puntando su eventi in presenza.

 Osservando la situazione attuale in Italia, ci troviamo di fronte all’impennata dei costi dell’energia a seguito della guerra tra Russia e Ucraina, con il conseguente aumento dell’inflazione; tale situazione grava molto sull’economia, sul business e sulla vita quotidiana in Italia.

 Al contempo, l’Italia è il Paese che maggiormente beneficia del fondo “Next Generation EU”. E’ inoltre un Paese in cui sono presenti numerose imprese del settore dell’energia impegnate nel processo di decarbonizzazione, oltre a start-up che si cimentano audacemente nei business innovativi e nelle nuove tecnologie. Queste caratteristiche offrono dunque un’alta potenzialità di business sia al Giappone sia all’Italia.

 Alla luce di tutto ciò, è mio forte auspicio poter cogliere nuove occasioni di business, poter migliorare il contesto imprenditoriale di tutti i soci e poter promuovere ulteriormente lo scambio di business tra il Giappone e l’Italia; tutto ciò grazie ad una intensificata collaborazione con le imprese socie, l’Ambasciata, il Consolato e le istituzioni pubbliche e private italiane.

 Concludo il mio discorso di saluto, in qualità di nuovo Presidente della Camera di Commercio e Industria Giapponese in Italia, augurandoVi buona salute e prosperità per le Vostre attività.

Marzo 2023
Kohei YAOTANI
Presidente della Camera di Commercio ed Industria Giapponese in Italia

Kohei Yaotani

Kohei Yaotani

Banca MUFG

Presidente Onorario

Mi chiamo Satoshi Suzuki e sono arrivato a Roma in qualità di Ambasciatore del Giappone a novembre dello scorso anno. Finora ho lavorato all’estero presso le ambasciate della Corea del Sud, del Regno Unito e dell’Indonesia, nonché presso l’Agenzia Internazionale per l’Energia Atomica a Vienna e, più recentemente, sono stato ambasciatore in India per circa tre anni.

I membri della Camera di Commercio Giapponese in Italia sono continuamente impegnati non solo nel rafforzamento delle relazioni commerciali ma anche delle relazioni bilaterali tra il Giappone e l’Italia, inclusi gli scambi culturali. A tal riguardo desidero esprimere la mia gratitudine per tutte le loro attività.

Quest’anno è stato nominato Presidente della Camera di Commercio Giapponese in Italia il sig. Yaotani, Direttore della Banca Mitsubishi UFJ di Milano. L’ambasciata continuerà a partecipare alle attività e a collaborare con la Camera di Commercio Giapponese come ha fatto finora, intensificando sempre più gli scambi con le aziende associate.

Il Giappone e l’Italia intrattengono da molto tempo relazioni amichevoli e svolgono insieme un ruolo importante nella comunità internazionale.

Durante il vertice tenutosi nel gennaio di quest’anno tra il Primo Ministro Kishida e il Primo Ministro Meloni, i due leader hanno concordato di trasformare le relazioni tra Giappone e Italia in un “partenariato strategico”, sul fronte economico sono stati accolti con favore i progressi nella cooperazione in svariati settori, tra cui l’idrogeno, le ferrovie, i materiali e lo spazio.

Mentre entriamo nella fase “post-coronavirus”, sento che varie attività e scambi stanno gradualmente diventando più attivi. Il commercio bilaterale tra Giappone e Italia ha raggiunto infatti circa 12 miliardi di euro nel 2021 e circa 13,3 miliardi di euro nel 2022, superando quanto registrato nel 2019, prima della pandemia (circa 11,8 miliardi di euro). Inoltre, il numero di visitatori italiani in Giappone a febbraio di quest’anno è salito a quasi +80% rispetto allo stesso mese del 2019.

Al fine di rafforzare ulteriormente le attività economiche tra i due paesi, che è uno dei pilastri della nostra partnership strategica, continueremo a lavorare con il Consolato Generale di Milano per fornire varie informazioni sulle misure economiche italiane e desidero adoperarmi per migliorare l’ambiente imprenditoriale, ad esempio sostenendo il rilascio anticipato dei permessi di lavoro e di soggiorno.

Inoltre, quest’anno si terrà il vertice del G7 a Hiroshima e l’Italia assumerà la presidenza il prossimo anno. L’Ambasciata manterrà un rapporto stretto con il governo italiano valorizzando tali opportunità diplomatiche, e facendo del nostro meglio per rafforzare le relazioni di cooperazione in diversi settori, tra cui in primis l’economia, la politica, la sicurezza, la cultura e gli scambi interpersonali.

Infine, la nostra ambasciata è sempre aperta a tutti. Se avete problemi a promuovere la vostra attività, potete ricevere il massimo supporto da noi, pertanto non esitate a contattarci in qualsiasi momento.

Aprile 2023,
Satoshi Suzuki
Ambasciatore del Giappone in Italia

Satoshi Suzuki

Satoshi Suzuki

Ambasciatore del Giappone in Italia

Vice Presidente Onorario

Mi chiamo Toshiaki Kobayashi e ho assunto l’incarico di Console Generale a Milano a metà aprile. Dopo un periodo di studio a Firenze nel 1985, ho lavorato in Italia, presso l’Ambasciata a Roma, per tre periodi, complessivamente per quasi 15 anni, ma questa è la prima volta che lavoro a Milano. Oltreché in Italia sono stato in Canada (Ottawa), in Australia (Sydney) e più di recente, a Guam, territorio degli Stati Uniti.

Dall’epoca della mia precedente missione in Italia il numero dei cittadini giapponesi residenti in questo Paese è raddoppiato, e il numero delle aziende iscritte alla Camera di Commercio è aumentato significativamente. Anche i tempi nei quali, tra Roma e Milano, c’era solo uno sparuto gruppo di ristoranti giapponesi sembrano ormai lontani. Ho notato, in particolare, che la realtà milanese è attraversata da un forte dinamismo, anche rispetto a Roma.

Le imprese giapponesi in Italia sono circa 400 e circa l’80% di queste sono attive nelle otto regioni del Nord. Come ho detto in diverse occasioni, faremo del nostro meglio per essere d’aiuto a tutti e, a questo scopo, vogliamo interloquire con il maggior numero possibile di persone, in Italia e in Giappone, per conoscere lo stato dell’economia italiana, le norme e le procedure amministrative, per comprendere le vostre esigenze e, se necessario, per ricercare attivamente la collaborazione delle autorità e delle amministrazioni italiane.

Perché possa svilupparsi un ambiente imprenditoriale migliore, credo sia importante promuovere un rapporto ampio, profondo e proficuo tra il Giappone e l’Italia, favorire la corretta comprensione della cultura giapponese e rafforzare ulteriormente l’immagine positiva che il Paese ha saputo costruire. Per iniziative di sostegno alla cultura, agli scambi, ecc., non esitate a contattarci. Il nostro Consolato proseguirà con determinazione nel proprio impegno anche in questi ambiti.

Gli scambi tra l’Italia e il Giappone hanno avuto inizio nei primi anni dell’era Meiji e l’Italia ha dato i natali a molte persone di talento legate al Giappone. Numerose sono le università e gli istituti di ricerca, le aziende italiane e di altri paesi, che desiderano intraprendere delle collaborazioni con aziende giapponesi. Rispetto a questo, ci impegniamo a condividere nel modo più appropriato ogni informazione utile.

Infine, il Consolato Generale del Giappone continuerà a fornire tempestivamente informazioni sulle condizioni di sicurezza nelle otto regioni del Nord Italia, affinché possiate condurre la vostra vita e le vostre attività con la massima tranquillità. In caso di necessità, in qualunque momento, non esitate a contattarci.

Aprile 2022,
Consolato Generale del Giappone a Milano
TOSHIAKI KOBAYASHI

Toshiaki Kobayashi

Toshiaki Kobayashi

Console Generale del Giappone a Milano